Fondo Regionale per la crescita Campania POR FESR 2014/2020 Azione 3.1.1

A chi si rivolge

Microimprese e piccole imprese (compresi i liberi professionisti) costituite ed iscritte al registro delle imprese della C.C.I.A.A. da almeno 12 mesi.

Risorse finanziarie

La dotazione finanziaria è pari a euro 196.500.000,00.

Attività ammesse

Le iniziative possono riferirsi a tutti i settori merceologici, eccezion fatta per i settori dell’Agricoltura, Pesca e Acquacoltura. Cosa finanza Investimenti che, mediante ristrutturazione, razionalizzazione, ammodernamento di un impiantoo di un processo produttivo, consentano un miglioramento delle prestazioni dell’impresa, attraverso interventi in: • Digitalizzazione e Industria 4.0; • Sicurezza e sostenibilità sociale e ambientale; • Nuovi modelli organizzativi. I programmi di spesa devono essere ricompresi tra euro 30.000,00 ed euro 150.000,00.

Spese ammissibili

a) Impianti e macchinari nuovi di fabbrica, strettamente necessari e funzionali al ciclo produttivo e a servizio esclusivo dell’attività oggetto delle agevolazioni. Inoltre sono ammissibili anche le attrezzature che completano le capacità funzionali di impianti e macchinari;

b) Opere di impiantistica funzionali al miglioramento dell’efficienza energetica, all’installazione dei macchinari e all’adeguamento dell’unità locale oggetto dell'intervento, alle norme anti-Covid e alla riduzione delle barriere architettoniche (limite max 10% dell’investimento complessivo ammissibile);

c) Software, sistemi, piattaforme, applicazioni e programmi informatici funzionali alle esigenze gestionali e produttive dell’intervento;

d) Servizi reali funzionali alla risoluzione di problematiche gestionali, tecnologico, organizzativo, commerciale, produttivo e finalizzato al miglioramento delle performance ambientali e/o sociali e del posizionamento competitivo. Tra i servizi reali sono ammissibili spese per certificazioni ISO14001, ISO50001, EMAS, ISO9001, altre certificazioni connesse ad interventi di sicurezza e sostenibilità sociale ed ambientale (limite max 30% dell’investimento complessivo ammissibile);

e) Spese amministrative, spese per studi di fattibilità, oneri per il rilascio di attestazioni tecnico-contabili e garanzie a copertura della restituzione del finanziamento previsto dal bando (limite max 10% dell’investimento complessivo ammissibile).

Agevolazioni

Le agevolazioni sono concesse a titolo di de minimis nella seguente forma: • 50% della spesa ammissibile come contributo fondo perduto; • 50% della spesa ammissibile come finanziamento a tasso zero della durata di 6 anni.

Presentazione domanda

Le domande di agevolazione possono essere presentate a dalle ore 12.00 del 10 febbraio 2022 fino alle ore 12.00 del 14 marzo 2022.

Tutte le news